uva fragola

Corpo-Uva

Ho bisogno che tu mi succhi, Cassel. Come si fa

con l’uva fragola, tirando fuori l’anima.

Spogliandola della sua polpa rossa, sentendo

quel suo duro di nocciolo, delizioso impedimento,

che ti s’impiglia all’incisivo morso che si accenna.

Strappami un grido, rigirami e trasformami,

rendi alle lacrime esser nettare e al cerchio che si schiude

il tormentato vagolare del mio sonno.

Briluccica, Cassel, come una pioggia diamantina in fondo a un sogno.

Annunci

Un pensiero su “uva fragola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...