Paolo sogna Francesca

gaetano_previati_001_paolo_e_francesca_1855
In intimità d’acquario,
i corpi nudi esposti
*
alla carezza dei filtri
dalle sfumature saline.
*
Alle alte asprezze dei coralli
ci siam levati, mia adorata,
*
come due anime sommerse
e da letizia mosse.
*
Con sconcia impudicizia
rivelata dai due sessi,
*
accarezzati ed umidi
per le sommerse onde,
*
abbiamo osato congiunzioni.
In assenza di peso rivelando,
*
proprio alla nostra stessa timidezza,
la luce dei corpuscoli,
*
qui liberi di andare
nella miniera sotterranea
*
per loro trasparenza.

*

(n.g. rielaborazione su testo del 2005)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...