Eppure, io mi ricordo

(photo by Carla Cerati e Gianni Berengo Gardin)
(photo by Carla Cerati e Gianni Berengo Gardin)

Eppure, io mi ricordo
l’odore delle rose e degli umori,
la corsia molle che ospitava il desco
a mensa, la pelle rosea delle donne,
i fazzoletti con i nodi e il nodo in gola,
lì nell’ospizio che frequentavo ragazzina.
C’erano rose dispiegate, fino a toccare
con le guance stelo e spine.

Annunci

Un pensiero su “Eppure, io mi ricordo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...