A ciascuno la sua Promenade

 

IMG_9860
(Photo by Luca Agostini)

Il balconcino che butta su Promenade des Anglaise,
e noi francesi e gettati in una cieca giovinezza.

La ferma bellezza di essere in suolo di Francia,
capacità libertina di un azzardo di corpi,
e la sabbia per dirla.

La sera e i rumori, e i suoi umori ed odori. Il suono
interno e bello, di sapersi e dirsi, sul costato del mondo.
Solo una parte del viaggio.

È questo la guerra: quel sovrapporre un telo
alle carezze di lenzuola, scostate all’alba per gioco.

Al posto di un tocco, quell’orrore impietoso.
Un grido
 inesploso per ciascuno dei corpi.

Che non vanno, non hanno, la gioia sfinita di un fiato,
ma restano lì. Si tacciono piano. L
‘un l’altro accostati,
ma invano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...