Per la prima volta

Per la prima volta stanotte

dacch’è vita, non risponde.

Non trattiene, non interpreta,

Non culla, nessuna mia domanda.

L’inafferrabile distanza

del suo viso dal mio

conta appena, forse, soltanto

Quei 15 cm impensabili fra

Il mio bacio e le sue gote.

Mamma, non togliermi

il respiro, nella tua risposta.

La rispondente, che non ha fatto

A me tutto il dolore che curo da 10 anni.

Intrecciato sul cuore come se fosse

Quel Centrino che noi non ricamammo.

Impegnata com’ero a dirmi differente.

Fammiti uguale, cuci quel taschino,

segreto che possa con tenermi.

Annunci